Quantcast

Strage di Torchiera, è morto Manolo

Ljubisa Vrbanovic nel 1990 con una complice aveva trucidato la famiglia Viscardi durante una rapina a Pontevico. Poi vari processi fino al decesso.

Ljubisa Vrbanovic(red.) Ljubisa Vrbanovic, detto “Manolo”, è morto. L’uomo in Serbia era stato condannato a morte e poi a 40 anni di carcere per l’eccidio che aveva commesso tra il 15 e 16 agosto a Torchiera di Pontevico, nel bresciano. Con la complice Ivica Bairic aveva raggiunto la villetta della famiglia Viscardi per una rapina. Poi degenerata quando avevano massacrato a colpi di pistola la madre Agnese, il padre Giuliano e i figli Maria Francesca e Luciano. L’unico a salvarsi era stato l’altro figlio, Guido, che dopo essersi sposato non abitava più con loro. Bairic rimase uccisa alcuni mesi dopo durante un conflitto a fuoco con la polizia jugoslava, mentre Manolo risultava essere detenuto nel carcere di Pozarevac in Serbia.
Dal punto di vista delle indagini e della giustizia, nel 1996 venne condannato a 15 anni di carcere in Serbia, ma nel 1998 nel processo d’appello gli venne comminata la pena di morte. Alla fine dello stesso anno la pena gli venne ridotta a 40 anni di reclusione, mentre nel dicembre del 2015 era iniziato un nuovo processo d’appello a Brescia. Nonostante i solleciti alle autorità serbe, l’uomo non si presentò alla sbarra, obbligando il giudice a rinviare l’udienza al 6 aprile. Ma è pervenuto il certificato di morte facendo così cadere il procedimento. Vrbanovic si sarebbe dovuto trovare nel carcere in Serbia, ma alle autorità della struttura risulta sconosciuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.