Quantcast

Valcamonica, continuano le frane

Quella di Sant'Antonio a Corteno Golgi è monitorata. Nuovi casi di caduta di massi a Braone con sgomberi di famiglie e a Loritto di Malonno.

Più informazioni su

Frana(red.) Vanno avanti i movimenti franosi in Valcamonica, nel bresciano, dopo il caso di Sant’Antonio a Corteno Golgi, isolato per una caduta di massi nella notte di sabato 9 gennaio. Su altri fronti, come riporta il Giornale di Brescia, c’è preoccupazione. A Braone, per esempio, sono precipitati alcuni massi che hanno indotto allo sgombero di due famiglie, poi fatte rientrare a casa martedì 12.
Una situazione simile si presenta a Loritto di Malonno dove le pietre hanno bloccato la strada di accesso che da Brescia porta verso il paese camuno. La via è stata chiusa per un’ordinanza del sindaco, in attesa dell’arrivo previsto mercoledì 13 dei tecnici regionali dello Ster per verificare la situazione. Per arrivare a Loritto si può salire attraverso Edolo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.