Quantcast

Raid razzista prima di partita profughi

Martedì 8 trovate scritte xenofobe sugli spogliatoi del campo di Tavernole. Si è disputato un match di calcio tra triumplini e richiedenti asilo.

Tavernole

Foto da Bresciaoggi

(red.) Martedì pomeriggio 8 dicembre al centro sportivo di Tavernole, nel bresciano, si è disputata una partita di calcio tra gli Unique Stars e Our Dream Project Friends, cioé tra valtrumplini e i quindici richiedenti asilo ospiti di San Colombano di Collio. Ma a far notizia, di cui scrive Bresciaoggi, è il raid andato in azione nella notte di lunedì 7 e che porta la firma di “Valtrompia Identitaria”.
Sui muri degli spogliatoi, che avrebbero accolto gli atleti per una partita all’insegna della beneficenza, sono comparse scritte xenofobe e razziste con tanto di “Raus” riecheggiando il linguaggio nazista. Messaggi che sono stati rivolti ai profughi e a chi li ospita. Il match si è disputato senza problemi, anche se con una presenza di alcune forze dell’ordine. Il blitz è stato condannato dal Comune triumplino che chiede di trovare e punire con pesanti sanzioni chi lo ha compiuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.