Quantcast

Bozzoli, veleni nel corpo di Ghirardini?

L'oggetto trovato nello stomaco dell'operaio morto non è vegetale e potrebbe dare una svolta alle indagini. Si controlla giovedì 13 con altri test.

Ghirardini(red.) La svolta nelle indagini sulla scomparsa di Mario Bozzoli, l’imprenditore di Marcheno, nel bresciano, che non si trova dall’8 ottobre, potrebbe passare dall’operaio Giuseppe Ghirardini. Dall’autopsia, disposta dal pubblico ministero di Brescia Alberto Rossi che conduce l’inchiesta, è emerso un oggetto estraneo nello stomaco dell’uomo trovato morto il 18 ottobre a Ponte di Legno. Il capo procuratore Tommaso Buonanno dice chiaramente che saranno valutate eventuali presenze di veleni nell’oggetto, che si presenta come una capsula ovale. Un pezzo di pochi centimetri che potrebbe aver provocato la morte dell’operaio, escludendo quindi il decesso naturale come si è spesso pensato, anche sulla base degli elementi raccolti dagli inquirenti. Certamente, come è stato detto, non si tratta di un bozzolo vegetale e solo giovedì 12 novembre sarà controllato dai Ris di Parma.
Gli stessi carabinieri faranno un’analisi anche su una bottiglietta trovata accanto al corpo dell’operaio in Case Di Viso e cercheranno impronte papillari e tracce biologiche sulla sua auto. Veicolo che era stato abbandonato a un’ora di cammino dal luogo del ritrovamento del corpo senza vita. Non si esclude alcuna pista, nemmeno quella del suicidio, anche se non sono stati rinvenuti biglietti di addio nelle vicinanze. Tutti i risultati potrebbero arrivare già venerdì 13 o lunedì 16 novembre. Vanno avanti anche i controlli e le indagini nell’azienda di via Gitti a Marcheno. La fonderia e gli uffici sono ancora sotto sequestro. Come ha rivelato Buonanno, saranno liberati solo quando si troveranno tracce di un corpo umano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.