Quantcast

Bozzoli, trovato il corpo di Beppe Ghirardini

Il cadavere dell'operaio triumplino è stato scoperto nei pressi delle Case di Viso a Ponte di Legno. Non si trovava da mercoledì.

Ghirardini(red.) Un mistero che si complica ulteriormente e che si tinge di nero. Nel pomeriggio di domenica 18 ottobre è stato trovato il corpo senza vita di Giuseppe Ghirardini, l’operaio 50enne della fonderia Bozzoli scomparso nel nulla lo scorso mercoledì. La salma giaceva nei pressi delle Case di Viso, a Ponte di legno, nell’alta Valcamonica.
In un primo momento sembrava che l’uomo potesse essere stato ucciso da un colpo di arma da fuoco, ma in serata, il sindaco di Marcheno, Diego Bertussi, ha affermato che la causa del decesso potrebbe essere stato un malore. Comunque nelle prossime ore verrà fatta l’autopsia sulla salma.
L’uomo, mercoledì 14 ottobre, doveva partecipare a una battuta di caccia di cui era appassionato, ma quando l’ultima volta è stata verificata la sua posizione agganciando la cella telefonica, è stato scoperto che fosse al passo Crocedomini. Venerdì 16 ottobre, dopo una giornata di ricerche tra la neve, era stata trovata la Suzuki Gran Vitara del dipendente. Era abbandonata a Ponte di Legno, sulla strada per il passo del Tonale.
Intanto proseguono le indagini sulla scomparsa di Mario Bozzoli, l’imprenditore di Marcheno di cui non si hanno notizie ormai da giorni. Ghirardini era stato uno degli ultimi ad aver visto il suo datore di lavoro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.