Quantcast

Pantera a Torbiere, caso in prefettura

Alle 12 di sabato 1 agosto convocata una riunione con tutte le forze d'ordine per le ricerche dell'animale. Domenica 2 agosto è previsto un evento.

Più informazioni su

Pantera(red.) Sta creando più disagi e problemi del previsto la presunta presenza di una pantera nella riserva naturale delle Torbiere sul Sebino, nel bresciano. Sabato 1 agosto, dopo aver scandagliato in lungo e in largo la zona venerdì 31 luglio, sono riprese le ricerche che coinvolgono tutte le forze dell’ordine e associazioni con l’aiuto di un elicottero. Sono state messe delle gabbie per narcotizzare il presunto felino e varie trappole tra Provaglio d’Iseo e la zona di Cremignane dove sarebbe stata vista. Peccato che siano rimaste vuote. Quindi, o la pantera non c’è, oppure non è passata di lì.
In ogni caso da venerdì mattina 31 luglio la riserva è chiusa. La situazione, come riporta il Giornale di Brescia, ha fatto propendere per convocare una riunione alle 12 in prefettura con tutte le forze dell’ordine attivi nelle ricerche e il presidente delle Torbiere Edilberto Rinaldi. A questo si aggiunge il fatto che domenica 2 agosto nella riserva è prevista una manifestazione. Quindi, toccherà alla prefettura deciderà se riaprire o lasciare chiusi i cancelli. Il caso ha portato psicosi nella zona e alcuni a Iseo dicono di aver visto la pantera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.