Quantcast

Omicidio Niardo, Lanfranchi muto dal gip

Il 61enne, che venerdì ha ucciso a coltellate la moglie Gloria Trematerra e ferito la figlia 18enne Alice, si è avvlaso della facoltà di non rispondere.

Canton_Mombello_Brescia(red.) Si è avvalso della facoltà di non rispondere Tullio Lanfranchi, il 61enne che venerdì 17 aprile, a Niardo (Brescia), ha ucciso a coltellate la moglie Gloria Trematerra 55 anni, docente di inglese al “Golgi” di Breno.
In mattinata di è svolto l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip, nel carcere di Canton Mombello, dove l’uomo è detenuto. Il giudice per le indagini preliminari Lorenzo Benini deve ora decidere sulla convalida dell’arresto dell’uomo che è assistito dall’avvocato del foro di Brescia Tatiana Bodei.
La Procura di Brescia contesta a Lanfranchi oltre al retao di omicidio, anche il tentato omicidio nei confronti della figlia 18enne Alice, che ha cercato di intervenitre in difesa della madre durante la lite fra i genitori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.