Brescia, sette arresti della Locale

In cinque distinte operazioni, i vigili hanno fermato soggetti autori di furti, spaccio, rapina e scippo.

Più informazioni su

polizia locale(red.) La Polizia Locale di Brescia, la scorsa settimana, nel corso di cinque distinte operazioni, ha arrestato sette persone.
Un primo intervento, avvenuto lunedì 24 novembre nell’area della stazione, ha portato all’arresto di due spacciatori. Una pattuglia in servizio nella zona ha sorpreso due tossicodipendenti bresciani già noti alle forze dell’ordine mentre stavano per acquistare droga da due tunisini senza fissa dimora di 27 e 37 anni. Uno dei due spacciatori ha tentato la fuga dirigendosi verso il piazzale della stazione e, una volta raggiunto dagli agenti, ha cercato di opporsi con la forza all’arresto. In suo possesso gli agenti hanno trovato un involucro termosaldato contenente nove grammi di eroina. Il suo complice, nel frattempo, ha gettato a terra una stecca di circa 20 grammi di hashish, poi recuperata dagli uomini della Polizia Locale. Nelle tasche dei due spacciatori sono state trovate anche tre carte di credito intestate a un italiano che ne aveva denunciato regolarmente il furto nel 2012.
Per il possesso degli stupefacenti e delle carte di credito rubate i due uomini sono stati portati al Comando, in attesa del processo per direttissima.
In una seconda operazione portata a termine mercoledì 26 novembre è stato perquisito, su delega della Procura, un appartamento in via Tartaglia abitato da una persona di origine nigeriana di 22 anni. Gli agenti avevano il compito di trovare un cellulare, frutto di una rapina. Una volta trovato il telefono, gli uomini della Locale hanno cercato di accompagnare l’uomo fuori dall’abitazione per condurlo al comando di via Donegani. Il nigeriano ha però reagito violentemente, al punto che due agenti della pattuglia, nella colluttazione, hanno riportato lesioni con una prognosi di 15 e di 7 giorni ciascuno. Nei confronti del malvivente è scattato quindi l’arresto per lesioni aggravate a pubblico ufficiale ed è in attesa di giudizio.
Giovedì 27 novembre è stato arrestato un bresciano di 33 anni residente a Roncadelle. L’uomo, dopo aver controllato le vetture in sosta nella zona di via Milazzo, aveva rotto un finestrino per rubare una borsa. La scena è stata vista da una pattuglia che si trovava sul posto e che è poi intervenuta fermando il ladro. La borsa e il suo contenuto sono stati restituiti al legittimo proprietario che ha sporto regolare denuncia, mentre il giovane è ora in attesa di giudizio.
Sabato 29 novembre un uomo di origine marocchina ha approfittato del trambusto del mercato di piazza della Loggia per sfilare dalla tasca del giubbotto di un passante un costoso smartphone.
Il proprietario, accortosi del furto, ha iniziato a urlare e ha inseguito il marocchino, fermato in via Beccaria da altre persone. La pattuglia che presidiava il mercato è intervenuta bloccando il ladro, che poi stato portato al comando. L’uomo è stato arrestato e denunciato per di furto.
Lunedì 1 dicembre, alle 16, è stata portata a termine un’operazione di controllo del quartiere di Chiesanuova, zona dove era stata segnalata la presenza di alcuni spacciatori. Gli agenti in borghese, notato il continuo andirivieni di persone da un condominio, hanno deciso di intervenire e hanno bloccato due persone originarie del Gambia  di 41 e 39 anni, residenti in zona. Al momento del fermo uno dei soggetti ha ingerito un involucro. Nel corso della perquisizione dell’appartamento dei due sono state trovate 20 dosi di cocaina del peso complessivo di oltre 100 grammi, due bilancine di precisione, Mannitolo e Ducosol, sostanze usate per il taglio della droga. Gli uomini della Polizia Locale hanno sequestrato anche alcuni telefoni cellulari e una somma di quasi 8mila euro in banconote di piccolo taglio, frutto del traffico di stupefacenti. Dopo aver consultato il magistrato di turno, i due gambiani sono stati arrestati e, successivamente al loro foto segnalamento, sono stati portati al carcere di Canton Mombello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.