Quantcast

Morto di meningite, donati gli organi

Cuore, fegato e cornee di Alessandro Decò espiantati per dare speranza ad altri malati. Martedì i funerali del giovane a Ponte San Marco.

(red.) Son fissati per martedì 22 luglio alle 17 nella chiesa parrocchiale di Ponte San Marco (Brescia) i funerali di Alessandro Decò, il 21enne morto per una infezione da meningite batterica dopo una vacanza in Sardegna.
I genitori del ragazzo hanno autorizzato l’espianto degli organi. Cuore, fegato e cornee del 21enne daranno così speranza ad altre persone sfortunate.
Alessandro, studente di Economia a Brescia, si trovava in vacanza con la fidanzata in un resort in provincia di Sassari quando ha cominciato ad accusare le prime avvisaglie della malattia.
Ha deciso quindi di rientrare prima a casa, ma, mentre era sul treno che, da Milano, lo stava riconducendo a Desenzano del Garda, si è sentito male, cadendo in stato incosciente. Trasportato d’urgenza all’ospedale gardesano, vista la gravità delle condizioni, era poi stato trasferito al San Raffaele di Milano, dove è deceduto a seguito di alcune complicazioni legate alla grave infezione.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.