Quantcast

Respinto, minaccia l’amata con la pistola

Pomeriggio di panico a San Polo dove un uomo, già ai domiciliari, si sarebbe presentato a casa di una donna intimidendola con l'arma.

(red.) Panico, venerdì 27 giugno, a San Polo Nuovo (Brescia) per l’allarme lanciato da alcuni residenti che avevano segnalato la presenza, in strada, di un uomo armato.
In via Raffaello sono intervenuti i militari dell’Arma, i quali, dopo una caccia durata quasi un’ora, sono riusciti a rintracciare la persona ricercata e ad arrestarla.
Pare che l’uomo abbia minacciato una donna, da cui si sentiva respinto, puntandole addosso una rivoltella.
I carabinieri hanno quindi fermato la persona indicata dalla presunta vittima di minacce: si tratta di un uomo agli arresti domiciliari sul Sebino, il quale, però, al momento del controllo da parte dei carabinieri, risultava disarmato.
La pistola, tuttavia, potrebbe essere stata nascosta o getatta al sopraggiungere degli uomini dell’Arma. Il soggetto è stato quindi portato nella caserma di piazza Tebado Brusato e interrogato a lungo, insieme con la donna, per verificare le rispettive versioni della vicenda.
L’uomo, che sarebeb stato in permesso dai domiciliari, raggiunto San Polo, avrebbe cercato di entrare in casa della donna che, impaurita, ha iniziato a gridare. In suo aiuto è intervenuta una vicina di casa e quindi un carabiniere in pensione, che ha alleratto i colleghi.
Sull’episodio proseguono gli accertamenti da parte delle forze dell’ordine.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.