Quantcast

Desenzano, lunghe code per il rebus Tasi

Un centinaio di persone in fila in municipio per chiedere chiarimenti sugli importi dovuti per la tassa che sostituisce la vecchia Imu.

Più informazioni su

(red.) Il rebus Tasi sta mettendo a dura prova la pazienza dei contribuenti. A Desenzano del Garda (Brescia) lunghe code si sono formate in municipio  davanti (ma anche sulle scale e nella sala consiliare) all’ufficio tributi del Comune. I cittadini, una centinaio, si sono rivolti all’amministrazione desenzanese per ottenere chiarimenti sul calcolo dell’ormai prossimo pagamento della prima rata della tassa governativa che sostituisce la vecchia Imu e la cui scadenza è stata fissata al 16 giugno.
Sul sito web del Comune è possibile il calcolo automatico e, anche, stampare il modello F24 da pagare in banca.Un’opportunità che, però, per molti pensionati,è difficile da cogliere ed ecco le inevitabili attese, in piedi o seduti dui gradini del municipio, per poter verificare la propria posizione e saper a quanto ammonta il balzello. Stesse scene si sono verificate anche in città. E c’è chi chiede che la tolleranza venga posticipata al 30 giugno, così come deliberato dalla Loggia, in applicazione dell’art. 6 del d.lgs. n. 472/1997 e dell’art. 3 della legge n. 212/2000, che ha disposto che non vengano addebitate sanzioni e interessi ai versamenti eseguiti oltre quella data, con un margine di tolleranza fino al 3o del mese prossimo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.