Quantcast

Ladro maldestro si azzoppa nella fuga

Un 44enne piemontese è rimasto ferito alle gambe mentre stava cercando di seminare i carabinieri dopo avere svaligiato un'abitazione.

Più informazioni su

(red.) Ladro maldestro, o forse poco agile, quello che, sorpreso dai carabinieri dopo avere svaligiato una villetta a Leno (Brescia), insieme con due complici, è precipitato, nel tentativo di fuga, da una ringhiera, cadendo da circa due metri di altezza e riportando gravi ferite ad entrambi gli arti inferiori.
E così il furto si è concluso con un ricovero all’ospedale di Manerbio per  un 44enne residente in provincia di Cuneo, G.A. le sue iniziali, che dovrà essere sottoposto ad un intervento per sistemare la rotula fratturata alla gamba sinistra e i legamenti della destra. L’episodio si è verificato domenica 1 giugno, attorno alle 15. Durante un servizio di controllo del territorio, una pattuglia dei carabinieri di Verolanuova ha scorto movimenti sospetti attorno ad un’abitazione in via Legnazzi. Sul posto è stata fatta intervenire un’auto di supporto.
Alla vista dei militari, i ladri si sono dati alla fuga, ma il 44enne, cercando di svignarsela, ha scavalcato la cancellata di un’abitazione confinante a quella appena “visitata” ed è caduto rovinosamente al suolo. In tasca gli uomini dell’Arma gli hanno trovato 500 euro, sottratti dalla villetta. Gli inquirenti sono sulle tracce dei complici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.