Quantcast

Brescia, rapina con coltello in stazione

Un cittadino palestinese di 29 anni è stato tratto in arresto dalla polizia bresciana. Estorceva denaro minacciando la vittima con un coltello.

(red.) Alle intimidazioni verbali sono seguite quelle a mano armata.
Intervento della polizia bresciana, intorno alle 19.30 di lunedì 2 giugno, nella zona circostante alla stazione ferroviaria.
Mentre percorrevano via Solferino impegnati in operazioni di controllo del territorio, gli agenti hanno notato un cittadino che correva come se stesse scappando da qualcuno.
Chieste spiegazioni all’uomo, i poliziotti hanno appreso che il fuggitivo era inseguito da un malvivente armato di coltello che voleva rapinarlo.
Secondo quanto dichiarato dalla vittima, un 52enne di origine tunisina, il giorno precedente il suo inseguitore gli aveva già estorto una somma di denaro, minacciandolo a parole.
Pochi secondi dopo le dichiarazioni è effettivamente apparso il rapinatore, anch’egli di corsa.
Alla vista degli agenti, l’uomo ha immediatamente cambiato direzione e gettato un coltello a serramanico in un cestino dell’immondizia.
Raggiunto dai poliziotti, l’uomo, un 29enne palestinese clandestino sul territorio nazionale, è stato trasferito al carcere bresciano di Canton Mombello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.