Quantcast

Orini: «Terrorista? Solo goliardia»

Il 75enne, arrestato nel blitz contro i secessionisti veneti, si difende e parla di «segni dimostrativi». Ma alcune intercettazioni lo inchioderebbero.

(red.) E’ agli arresti domiciliari da dove respinge con forza le «accuse mostruose», che gli sono state contestate. Giancarlo Orini, ex imprenditore, 75 anni, è tra le 24 persone arrestate nel blitz del Ros dei carabinieri contro i presunti secessionisti veneti che puntavano all’indipendenza del Veneto e di Brescia.
Orini, secondo gli inquirenti, sarbbe il punto di riferimento del gruppetto eversivo.
Il 75enne respinge ogni addebito e parla di «goliardia», ma ci sarebbe un’intercettazione nella quale afferma: «Dobbiamo caricare i candelotti di dinamite». E anche, in un’altra telefona, avrebbe voluto occupare «un torrione del Castello», e anche, «in Valcamonica occupiamo una torre anche lì». ma tra gli obiettivi ci sarebbe anche la distruzione di un monumento simbolo dell’Unità di Italia e attaccare la sede di Equitalia con uno dei Tanko prodotti: «Sì la sfondiamo e passiamo da parte a parte».
L’ex leghista, che aveva lasciato il Carroccio in dissenso con il leader Umberto Bossi, è stato il primo presidente dell’«Alleanza», l’associazione nata a Eurbusco nel maggio di due anni fa e che, per la Procura di Brescia, aveva come obiettivo la secessione del Veneto dall’Italia.
Obiettivo che sarebbe stato raggiunto portando  in piazza San Marco a Venezia il carrarmato Tanko costruito in un capannone nel padovano. Un progetto che Orini ha definito «una goliardata», solo un «segno dimostrativo». Ma non ne sono convinti gli inquirenti. Orini verrà interrogato lunedì dal Gip Enrico Ceravone. L’ accusa contestata è di associazione finalizzata al terrorismo e all’eversione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.