Leno, ripulite le slot: terzo colpo in un anno

Raid notturno al «Kettyes Cafè». I banditi hanno manomesso l'antifurto e quindi svuotato le macchinette. Per la terza volta in 12 mesi.

Più informazioni su

(red.) Non c’è il due senza il tre. così recita un detto popolare che ben si adatta all’amara situazione vissuta dai titolari del «Kettyes Cafè», locale di via Michelangelo a Leno, nel Bresciano.
Il bar, con annessa sala slot, infatti, è stato “visitato” dai ladri per la terza volta in un anno. L’ultima incursione è avvenuta nella notte tra lunedì e martedì scorso e la scoperta è stata fatta dai proprietari al momento dell’apertura mattutina. I banditi avevano manomesso l’antifurto e sfondato una vetrina per entrare e quindi scassinare sette macchinette, arraffando tutto il denaro. In 12 mesi, lamentano i titolari del locale, il valore dei furti subiti (con danni annessi) ammonta a 20mila euro.
Ad agire sono stati “professionisti del mestiere” che, molto probabilmente, il giorno prima, fingendosi clienti, hanno atteso che nella sala seprata dove si trovano le slot machines non ci fosse nessuno per sigillare con il silicone la spia dell’antifurto, mettendola quindi fuori uso. Poi hanno aspettato che si facesse buoi per irrompere nel locale e fare razzia del denaro.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.