Quantcast

Sciopero dei treni, un altro venerdì di passione

Si annunciano disagi per l'agitazione sindacale dei lavoratori del gruppo Fs e Trenord indetta dalle 9 alle 17 di venerdì 14. Garantite le fasce pendolari.

Più informazioni su

(red.) Ancora un venerdì caldo sul fronte degli scioperi dei mezzi pubblici.
Venerdì 14 marzo
, infatti, le organizzazioni sindacali Or.S.A. Segreteria Regionale Lombardia, CUB-Trasporti e USB-Lavoro Privato hanno indetto uno sciopero dalle 9.00 alle 17.00, che coinvolge il personale del Gruppo FS e Trenord. Un’agitazione che potrebbe recare disagi anche ai pendolari bresciani.
Il servizio offerto da Trenord, compreso il Malpensa Express, può subire ritardi, variazioni di percorso e cancellazioni. Sono possibili ripercussioni sia prima dell’inizio dello sciopero che dopo la sua conclusione. Non sono interessate le fasce orarie di garanzia.
Si tratta, spiega il sindacato in una nota, «dell’11esimo sciopero dopo la modifica del Contratto Aziendale di Lavoro e l’elezione delle Rsu e delle Rls sacdute da oltre sette anni, quindi una rappresentanza sindacale eletta da tutti i lavoratori». «Dal 1° dicembre 2012» prosegue la nota «con l’applicazione del nuovo contratto di lavoro, Trenord sta riscontrando un innarrestabile declino del servizio, della puntualità e della qualità, con gravi inefficienze per l’utenza e per i cittadini della Lombardia».
Trenord invita i viaggiatori a prestare la massima attenzione agli annunci sonori diffusi nelle stazioni e alle indicazioni presenti sui monitor.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Numero Verde 800.500.005 (attivo tutti i giorni dalle 7.00 alle 21.00), seguire la circolazione in tempo reale attraverso Twitter o rivolgersi ai My Link Point presenti nelle stazioni di Milano Porta Garibaldi (lunedì – domenica dalle 6.45 alle 20.45); Milano Cadorna (lunedì – venerdì dalle 7.00 alle 20.00; sabato dalle 8.00 alle 20.00; domenica e festivi dalle 8.30 alle 16.00);Saronno (lunedì – venerdì dalle 7.00 alle 19.30).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.