Delitto Ragnoli, a Bettera 24 anni e 6 mesi

L'accusa aveva chiesto l'ergastolo. L'uomo è stato riconosciuto l'esecutore materiale, ma è stata esclusa la premeditazione.

(red.) E’ stato condannato a 24 anni e 6 mesi Davide Bettera, per l’omicidio di Giancarlo Ragnoli, l’ultrà del Brescia, freddato sulla porta di casa a Roncadelle il 6 gennaio 2005.
Bettera è stato riconosciuto come l’esecutore materiale dell’omicidio. E’ stata esclusa però l’aggravante della premeditazione. La sentenza è arrivata nel pomeriggio di venerdì 7 febbraio. A leggerla, il presidente Anna Di Martino dopo cinque ore di camera di consiglio. L’accusa aveva chiesto l’ergastolo.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.