Quantcast

Allevatore bresciano nella truffa dei maiali

Quattro gli uomini coinvolti nella vicenda, denunciati. I carabinieri hanno sequestrano duemila animali. 250mila euro il valore stimato dei suini.

Più informazioni su

(red.)In seguito alle indagini dei carabinieri di Guastalla (Reggio Emilia), è stata scoperta una truffa in piena regola ai danni di un allevatore perugino.
Gli uomini coinvolti nel malaffare erano soliti acquistare suini fingendo di avere i soldi per pagarli. Una volta entrati in possesso degli animali, però, sparivano nel nulla. Duemila maiali, tuttavia, non devono essere facili da nascondere.
Quattro imprenditori sono stati denunciati e oltre duemila maiali sono finiti sotto sequestro.
Nei guai, con una denuncia per concorso in truffa, anche un allevatore bresciano di 42 anni. Insieme ai complici – un imprenditore agricolo modenese  44enne, un reggiano 32enne e un bergamasco 50enne che avrebbe avuto il ruolo di mediatore – l’uomo sarebbe stato responsabile del furto di suini per il valore di 250mila euro.
I quattro, infatti, fra ottobre e novembre 2013, avrebbero comprato oltre 3mila capi di bestiame senza mai saldare il debito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.