Quantcast

Offerte online superconvenienti, ma è solo una truffa

Nei guai per ora due persone, ma le indagini della Squadra Mobile non sono ancora concluse. Attiravano imprenditori da tutta Italia per sottrarre i contanti.

Più informazioni su

(red.) Attiravano imprenditori da tutta Italia con offerte allettanti.
Poi, una volta che le vittime erano finite in trappola, li rapinavano. Nei guai sono finiti R.E., 40 anni, e L.R., 38, sinti della provincia di Brescia, nel campo nomadi di Rezzato, denunciati per almeno tre episodi messi in atto tra ottobre e novembre dopo le indagini della Squadra Mobile guidata da Natalia Riga. Indagini che, per il momento, non sono ancora concluse.
Gli imprenditori venivano “adescati” tramite annunci su siti Internet. Quando raggiungevano Brescia per ritirare i prodotti ordinati e il pagamento in contanti, scattava la trappola.  All’appuntamento si presentava un sedicente incaricato che conduceva il malcapitato in zone isolate.
Il 26 ottobre scorso, un 41enne di Sassari si è visto puntare una pistola da due dei complici arrivati nella zona industriale, che sono poi finiti in manette con l’accusa di rapina aggravata e possesso ingiustificato di arma da fuoco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.