Afra Martinelli, l’applauso di piazza S. Pietro

Papa Francesco ha ricordato la missionaria bresciana uccisa in Nigeria per una rapina. "Tutti hanno pianto per lei, cristiani e musulmani".

Più informazioni su

(red.)« Tutti hanno pianto, cristiani e musulmani».
Un ricordo commosso, quello di papa Francesco, per Afra Martinelli, la missionaria di Brescia uccisa in Nigeria per rapina.  Papa Bergoglio ha ricordato la missionaria nell’Angelus di domenica 20 ottobre, spiegando il senso della missione cristiana, che non deve essere proselitismo, ma una fiamma condivisa che scalda l’anima.
«Pensiamo a questa nostra sorella e salutiamola con un applauso». Da piazza San Pietro è così partito l’applauso per la suora bresciana, aggredita a colpi di machete durante una rapina la notte del 26 settembre.
I collaboratori del Centro Regina mundi l’hanno trovata il giorno dopo, riversa in una pozza di sangue. La donna è morta dopo dodici giorni di coma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.