Quantcast

Los Roques, trovati i corpi dei Foresti

Sono venuti a galla insieme con il relitto del velivolo precipitato lo scorso 4 gennaio nelle acque del Venezuela. Le salme ancora con le cinture allacciate.

(red.) Novità sulla tragedia aerea venezuelana di Los Roques avvenuta lo scorso 4 gennaio. Sono, infatti, stati recuperati i cadaveri delle vittime, che si trovavano all’interno del velivolo Islander yv2615u avvistato nel giugno 2013.
Attualmente l’aereoplano è in fase di recupero e le cause dell’incidente sono ancora da stabilire.
Adagiati sui sedili, ancora con le cinture allacciate, sono stati riconosciuti i corpi dei bresciani Guido Foresti ed Elda Scalvenzi, molto conosciuti nel comune di Pralboino in cui risiedevano con i figli. Accanto a loro i resti dello stilista Vittorio Missoni, di Maurizia Castiglioni e quelli del copilota Juan Carlos Ferrer.
Non è stato invece ritrovato il corpo del pilota, Germán Marchant.
Il relitto si trova nelle acque a Nord dell’Arcipelago di Los Roques. E’ stato trovato lo scorso giugno grazie all’intervento di una nave oceanografica americana, la Deep Sea.
Secondo quanto riportato sul sito del quotidiano venezuelano El Universal, i resti delle vittime della sciagura sono stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’autopsia. La famiglia Missoni ha rilasciato un comunicato nel quale conferma di essere stata informata del ritrovamento nella notte tra mercoledì e giovedì.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.