Quantcast

Montichiari, sospeso vicecomandante Locale

Tiziano Piccinelli, accusato di falso e calunnia, per aver falsificato le relazioni nell’esposto del Comune contro la Gedit, sollevato per due mesi dall'incarico.

Più informazioni su

(red.) Sospensione di due mesi dall’incarico per il vicecomandante della Polizia Locale di Montichiari (Brescia), Tiziano Piccinelli. Lo ha stabilito il gip Francesco Nappo dopo l’interrogatorio di garanzia sulla vicenda della discarica Gedit di Vighizzolo, per la quale il sindaco Elena Zanola è finita agli arresti domiciliari con l’accusa di tentata estorsione.
Il vicecomandante, accusato di falso e calunnia, per aver falsificato le relazioni contenute nell’esposto del Comune contro la Gedit, ha respinto tutte le imputazioni a suo carico. A non convincere il giudice delle indagini preliminari le spiegazioni fornite da Piccinelli sulle diverse valutazioni relative agli odori sgradevoli provenienti dal sito di conferimento rifiuti della frazione monteclarense, in contrasto con le rilevazioni di altri organi pubblici, ma, anche, il contenuto di alcune intercettazioni telefoniche con il primo cittadino.
Il legale del vicecomandante ha già annunciato che verrà presentato ricorso al Riesame contro il provvedimento.
Intanto, mercoledì 25 settembre, si è svolta, nelle vie di Montichairi, una fiaccolata in sostegno del sindaco agli arresti domiciliari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.