Quantcast

Montichiari, fiaccole e applausi per il sindaco

Mercoledì sera la sfilata in solidarietà di Elena Zanola, ora domiciliari per estorsione. Nessuna bandiera nel corteo, ma tante personalità del Carroccio bresciano.

(red.) Nella notte, la luce di centinaia di fiaccole e candele, ma anche quella dei flash dei giornalisti. Montichiari mercoledì sera è scesa nella strade, silenziosa, senza bandiere, dietro un unico striscione: «Montichiari è con il suo sindaco».
La lunga marcia del popolo della Zanola è iniziata da via Falcone: un torrente di diverse centinaia di persone, che lungo il percorso – secondo fonti della Polizia locale – si è poi ingrossato ulteriormente. Dal parcheggio del Palageorge il corteo ha raggiunto l’abitazione di Elena Zanola, che dal balcone, ha salutato e ringraziato, commossa, i sostenitori. Poi ha raggiunto il piazzale antistante il Municipio. Pochi minuti di slogan, poi il corteo si è disperso.
Nessuna bandiera, eppure la presenza leghista era visibile. Tra i monteclarensi in corteo si riconoscevano Fabio Rolfi, ex vice sindaco di Brescia e ora consigliere regionale, nonché il segretario cittadino Paolo Sabbadini e il presidente della Provincia Daniele Molgora. Tutte personalità di spicco del Carroccio bresciano in difesa della Giovanna d’Arco leghista. Ma la Lega Nord non è l’unica a preoccuparsi della situazione ambientale della Bassa, costellata di discariche.
Mercoledì è stato  il Comitato Sos Terra a organizzare un presidio a Vighizzolo, contro il progetto Padana Green (sito destinato ad accogliere oltre 1 milione di metri cubi di scarti, anche contenenti amianto). Qualche attimo di tensione: ingegneri, progettisti, dipendenti provinciali e regionali, vengono fermati pacificamente davanti all’ingresso del sito. La sensazione è che a Montichiari, così come a  Castegnato e in altri paesi ospiti di discariche, i cittadini siano disposti ad accettare anche qualche illegalità pur di ostacolare la realizzazione degli impianti di smaltimento. Le fiaccole si spengono ma l’emergenza resta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.