Quantcast

Rezzato, pini marittimi “vittime” della viabilità

Entra in fase finale il progetto di restyling di via Da Vinci. Le conifere saranno sostituite con piante autoctone. Prevista per dicembre la fine dei lavori.

Più informazioni su

(red.) Il progetto che regalerà un “nuovo volto” a via Da Vinci a Rezzato (Brescia) entrerà nel vivo lunedì 2 settembre. Se negli ultimi giorni, infatti, i cantieri aperti sul rettilineo che collega il centro del paese bresciano alla frazione di Virle sono serviti alla posa delle reti tecnologiche, dalla prossima settimana i lavori riguarderanno il restyling  della via. Un “ritocco estetico” da 1,7 milioni di euro, iniziato ben 20 anni fa e non privo di “vittime”.
Per far spazio al completamento dei lavori, infatti, nei prossimi giorni spariranno i pini marittimi che da anni costeggiano il passaggio e che, in fase finale dei lavori, verranno sostituiti con altri alberi. Una scelta difficile, quella di eliminare le piante, supportata, però, da una serie di ragioni pratiche. I pini marittimi, infatti, pur essendo molto coreografici, hanno radici che affiorano facilmente in superficie, creando problemi di viabilità e sicurezza dovuti ad avvallamenti e cordoli divelti. In seguito ai lavori di ristrutturazione, comunque, l’intero tratto stradale verrà riasfaltato, verranno riorganizzati i percorsi ciclopedonali, e realizzate due nuove rotatorie.  La fine dei lavori è prevista per fine dicembre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.