Quantcast

Follia violenta ad Artogne, fermato 37enne

E' residente in paese. Ha malmenato due persone, senza motivi apparenti. I carabinieri sono intervenuti per calmarlo ma sono stati obbligati a bloccarlo.

Più informazioni su

(red.) Un raptus di violenta follia placato, a stento, dai carabinieri di Artogne, in provincia di Brescia.
Un 37enne camuno, sabato 24 agosto, è stato trasportato all’ospedale di Esine per essere sedato e subire un trattamento sanitario obbligatorio.
L’uomo, nel pomeriggio, ha aggredito una donna in un bar, per motivi inspiegabili, colpendola violentemente e facendole sbattere la testa contro una porta. Dopo essere fuggito, è entrato in un secondo locale dove hamalmenato, sempre per motivi ignoti, un avventore, creando un vero e proprio parapiglia.
Fortunatamente una pattuglia di carabinieri è intervenuta ma il 37enne, invece che calmarsi, ha dato del filo da torcere ai militari, che a stento sono riusciti a immobilizzarlo e a portarlo in caserma dopo una violenta collutazione. Alla fine l’individuo è stato sedato, e i sanitari del 118 lo hanno trasferito nel nosocomio per alcuni accertamenti e un trattamento sanitario obbligattorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.