Quantcast

Orzinuovi, la donna senza nome è annegata

L'autopsia ha accertato le cause della morte dell'anziana ripescata domenica dalla roggia Villachiara. Ma resta il mistero sulla sua identità.

(red.) E’ ancora senza nome la salma della donna ripescata dalla roggia Villachiara ad Orzinuovi (Brescia) nella serata di domenica.
Nessuna identità per il corpo dell’anziana, dall’apparente età di 60-70 anni, ma è stata accertata la causa del decesso: annegamento. Lo ha accertato l’esame autoptico effettuato sul cadavere della sconosciuta che resta ancora senza nome e cognome.
Chi è? Un’anziana bresciana o una clandestina, magari dell’Est? Perché nessuno  ne ha denunciato la scomparsa? E ancora: si è trattato di una disgrazia o di un gesto volontario?
La donna, al momento del ritrovamento, indossava una vestaglia, slip, orecchini d’oro e due fedi all’anulare sinistro. Le ricerche effettuate in ospedali e case di cura hanno dato esito negativo.
Anche la foto diffusa nei paesi limitrofi non ha saputo sciogliere il giallo sull’identità dell’anziana, il cui corpo rimane all’obitorio del Civile di Brescia, in attesa che qualcuno, un giorno, possa dargli un nome.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.