Quantcast

Brescia, scoperto albergo clandestino

All'ottavo piano di un condominio di viale Stazione una famigliola cinese aveva allestito un hotel abusivo. Posti letto da 15 euro per immigrati, anche irregolari.

(red.) Un albergo-affittacamere abusivo è stato scoperto dalla polizia locale di Brescia all’ottavo piano di un palazzo che affaccia sulla stazione ferroviaria, in città.
Un “albergo” clandestino, che metteva a disposizione dei clienti stanze a prezzi modici (15 euro a notte), senza che venissero effettuate registrazioni e comunicazioni alla Questura, così come prevede la legge.
In cinque stanze della palazzina di via Stazione 54 erano stati ricavati 18 posti letto: un dormitorio, in effetti, più che un hotel, con giacigli poco più che di fortuna, con materassi collocati direttamente sul parquet.
A denunciare quanto avveniva all’ottavo piano i residenti del condominio «Pegaso» e una pubblicità “porta a porta” che veniva effettuata lasciando bigliettini nei bar e nei locali adiacenti. I volantini recitavano:: “Fronte stazione; bel posto per dormire camere singole e doppie”.
Sul posto sono intervenuti, giovedì 8 agosto, gli agenti del Nucleo di polizia giudiziaria della Polizia locale, coordinati dal commissario Davide Pedretti e due addetti dell’Asl. Nell’appartamento erano stati eseguiti altri sopralluoghi in passato e il proprietario, un 55enne cinese, era già stato diffidato per il sovraffollamento degli spazi.
Al momento del blitz, nell’appartamento-albergo c’erano otto“clienti”, tra cui un minore e un clandestino privo di documenti di identità e di soggiorno, successivamente accompagnato al Comando per le pratiche di espulsione.
A gestire l’affittacamere una coppia con bimba di quattro anni. La famigliola, di nazionalità cinese, così come la quasi totalità degli ’ospiti’, si era ritagliata uno spazio proprio in una delle stanze della casa.
Nelle altre camere erano state utilizzate paratie per dividere gli spazi, ma in totale assenza di qualsiasi norma di sicurezza ed igienica.
Al vaglio della questura cittadina l’ipotesi non solo di sgombero dei locali, ma anche azioni penalmente rilevanti. Intanto l’’albergo’ è stato chiuso e i clienti dovranno trovare un’altra sistemazione. La Polizia locale ha infine provveduto a chiedere al sindaco di Brescia l’adozione di una Ordinanza Contingibile Urgente di inagibilità con conseguente sgombero delle persone presenti fino al ripristino delle normali condizioni abitative.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.