Quantcast

Palazzolo, compravendita abusiva di cuccioli

Le Guardie Ecozoofile Anpana di Brescia hanno notato la vendita di un cagnolino in un'area di servizio. In casa del proprietario altri 16 animali, tutti posti sotto sequestro.

Più informazioni su

(red.) L’intervento è avvenuto sabato scorso ma la notizia è stata diffusa solo ora. Durante l’espletamento di un normale servizio di vigilanza, le Guardie Ecozoofile Anpana di Brescia, come riporta l’agenzia di stampa Geapress, hanno notato, in un’area di servizio, una compravendita di un cucciolo di razza di circa 50 giorni. Gli agenti hanno proceduto alla verifica dell’animale  che sarebbe risultato sprovvisto di sistemi di identificazione e troppo giovane  per non ricevere più le cure materne.
Con la collaborazione del Corpo Forestale dello Stato intervenuto in supporto alle Guardie Ecozoofile, il controllo si è poi esteso presso l’abitazione di Palazzolo (Brescia), dove risultava risiedere una delle persone identificate. Qui sono stati rinvenuti altri 16 cuccioli. Anch’essi sarebbero risultati senza dispositivi di identificazione, certificati di provenienza e tutti troppo piccoli per essere posti in vendita.
Il proprietario degli animali non sarebbe stato in grado di giustificare la presenza di un numero così elevato di cuccioli ed il Comune, come riferisce il Corpo Forestale dello Stato, non avrebbe emesso autorizzazioni sanitarie per la detenzione e il commercio degli animali. Non dimostrata, inoltre, la legale provenienza dei cuccioli detenuti.
I cuccioli sono stati posti sotto sequestro amministrativo. Le indagini proseguono per appurare l’origine degli animali.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.