Piamborno, 56enne annega in un laghetto

Il corpo dell'uomo rinvenuto in uno specchio d'acqua. Stava passeggiando nel parco della villa quando, colto da malore sarebbe caduto in una vasca ornamentale.

(red.) Un 56enne a Piamborno, nel bresciano, è stato rinvenuto nelle acque del laghetto sitautao vicino a casa, in via Monte Grappa, nella frazione di Piancogno (Brescia).
È stato uno dei giardinieri della villa a dare l’allarme quando ha trovato il corpo di Otto Gheza riverso nell’acqua dello stagno, accanto ad alcune vasche dell’impianto presso cui stava passeggiando. La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco, intervenuti attorno alle 9,30 di venerdì. Secondo quanto è emerso l’uomo si sarebbe sentito male e sarebbe quindi caduto in una delle vasche ornamentali che campeggiano nel parco dell’abitazione, rimanendo annegato in pochi centimetri di acqua.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.