Quantcast

Ladri di stufe, arrestati anche due bresciani

Fermate quattro persone per un furto di 291 camini a pellet di un'azienda di Pordenone. In manette anche due imprenditori di Montichiari e Roncadelle.

(red.) Erano fuggiti a marzo con  291 tra stufe e camini a pellet della Mcz di Vigonovo di Fontanafredda (Pordenone) per un valore di 250mila euro.
Sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato continuato in concorso tre imprenditori e il magazziniere dell’azienda. In manette anche due bresciani. Si tratta di Gianfranco Bellandi, 51 anni, di Roncadelle, Alberto Possamai, 43 anni, di Sacile, (magazziniere),  Giordano Damiani, 57 anni , di Montichiari, Walter Luccon, 44 anni, di Vittorio Veneto.
I quattro sono stati arrestati dalla compagnia di Sacile a Fontanafredda e Anzola dell’Emilia (provincia di Bologna), a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 28 maggio dal Gip Alberto Rossi, su richiesta del Pm Maria Grazia Zaina, del Tribunale di Pordenone.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.