Quantcast

Lumezzane, in 3mila per l’addio ad Andrea

Migliaia di persone hanno partecipato alle esequie del 22enne tifoso deceduto nel tragico incidente in pullman avvenuto lunedì alle porte di Brescia.

(red.) Una folla di 3mila persone ha voluto dare l’ultimo saluto ad Andrea “Tone” Toninelli, il 22enne tifoso del Brescia rimasto ucciso nel tragico incidente avvenuto lunedì sulla A21 mentre, a bordo di un pullman, tornava a casa dalla tarsferta livornese della sua squadra del cuore.
Migliaia di persone hanno assistito alle esequie dell’operaio di Lumezzane, che si sono svolte nel pomeriggio di mercoledì nella chiesa di San Sebastiano.
Persone da tutta Italia e appartenenti a diverse tifoserie si sono ritrovate, in un pomeriggio di pioggia, per salutare il giovane sfortunato, ricordato da tutti come un ragazzo gentile e solare, generoso e sempre pronto ad aiutare gli amici.
In chiesa la squadra delle rondinelle al gran completo, con il capitano Marco Zambelli, il tecnico Alessandro Calori ed il presidente Gino Corioni, il vice Luca Saleri, che si sono stretti alla famiglia di Andrea, distrutta dal dolore.
Tra i bresciani c’erano anche tanti ex biancoblu: Davide Possanzini, Luciano De Paola, Aimo Diana e Roberto De Zerbi.
Una giornata in cui le rivalità calcistiche sono state azzerate: tantisime le cornone di fiori depositate fuori e dentro la parrocchiale, tra queste anche quelle dei “rivali” dell’Atalanta, tutti stretti in un unico doloroso abbraccio per il 22enne bresciano.
In chiesa Omar Pedrini ha voluto cantare per Andrea due brani, il secondo dei quali l’inno del Brescia.
Toccante la cerimonia officiata da don Roberto Ferazzoli, accompagnato dal curato di San Sebastiano don Mauro Rocco, da quello di Pieve don Giuseppe Baccanelli, da don Marco Mori e dal delegato del vescovo Luciano Monari.
Numerosi i messaggio di saluto per Andrea, tra questi anche quello inviato dal capitano dell’Inter Xavier Zanetti a nome dei nerazzurri . Quindi la bara ha lasciato la chiesa avvolta in un tripudio di bandiere, fumogeni e cori, diretta al cimitero locale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.