Quantcast

Brescia, auto a noleggio per rapine a Pisa

Tre persone in manette. Fra queste una 27enne di Desenzano che ha già ammesso le proprie responsabilità nei colpi. Le vetture utilizzate erano prese in affitto.

(red.) Dalla provincia di Brescia arrivavano a Pisa per compiere rapine. E per farle noleggiavano, in un’agenzia vicina all’aeroporto toscano, auto che poi sarebbero state regolarmente riconsegnate, ma dopo l’ultimo colpo i carabinieri li hanno identificati e arrestati: in manette sono finiti due uomini ed una donna. L’arresto dei tre, reso noto questo giovedì, è avvenuto il 27 maggio: nello stesso giorno avevano portato a termine una rapina nella filiale del Banco popolare di Filettole (Pisa).
In manette sono finiti Daniele De Rosa, 31 anni, di Nocera Inferiore (Salerno), Roberto Palumbo, 30 anni di Pollena Trocchia (Napoli) ed Elisa Lonardi, 27 anni di Desenzano del Garda (Brescia), quest’ultima ha già ammesso le sue responsabilità e riferito che i due uomini dopo le rapine assumevano cocaina.
Nell’ultima rapina prima dell’arresto, quella a Filettole, uno dei malviventiha minacciato con un taglierino i dipendenti e si è fatto consegnare 6.500 euro in contanti. Poi il bandito è uscito e ha raggiunto il complice che lo attendeva nell’auto che si è allontanata in direzione di Pisa. Alcuni testimoni hanno però annotato il numero di targa, anche perché durante la fuga i malviventi si sono disfatti di una mazzetta-civetta di denaro provocando sconcerto e cuoriosità tra i passanti.
Le indagini dei carabinieri hanno permesso di risalire all’agenzia di autonoleggio che riferiva di avere affittato l’Alfa Romeno Mito nera a una donna che avrebbe dovuto riconsegnarla già da una settimana: proprio mentre gli investigatori erano nell’ufficio, i titolari hanno ricevuto una telefonata da un uomo che comunicava la restituzione dell’auto in serata per noleggiarne un’altra di cilindrata più grossa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.