Quantcast

Migliorano i tifosi feriti, l’ultimo saluto ad Andrea

Stazionarie le condizioni dei tre ragazzi che erano a bordo del pullman ribaltatosi in A21. Questo mercoledì i funerali del 22enne di Lumezzane, morto nell'incidente.

(red.) Sono considerati fuori pericolo i tre tifosi bresciani rimasti gravemente feriti nell’incidente avvenuto lunedì mattina in A21, mentre tornavano a casa a bordo di un pullman che si è rovesciato.
Si tratta di Giovanni Bertazzoli, 27enne di Rodengo Saiano, ricoverato in Poliambulanza, e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico ad un braccio traumatizzato nell’impatto con il terreno, di Fabrizio Manza e Alessandro Pari, il primo di Brescia, 25 anni, ed il secondo di Pontevico, di 26 anni, ricoverati entrambi al Civile con un forte trauma cranico e agli arti superiori. Le loro condizioni sono definite stabili dai medici.
I giovani feriti sono stati visitati dai giocatori del Brescia calcio, che si sono recati in ospedale per salutarli ed accertarsi delle loro condizioni.
A Lumezzane, intanto, sono le ultime ore in cui è allestita la camera ardente nella casa di via Colle Aventino, l’abitazione in cui il 22enne Andrea Toninelli, “Tone” per tutti gli amici, viveva con i genitori ed il fratello minore. Il ragazzo è rimasto ucciso nel ribaltamento del bus.
La famiglia Toninelli è distrutta dal dolore di questa immane tragedia senza un perché.
Sulla bara chiara, le maglie delle rondinelle e del Lumezzane e tante sciarpe biancoblù. Il cordoglio per la morte di Andrea arriva nella casa valtriumplina da tutta Italia: numerosissime sono infatti le attestazioni di vicinanza giunte dalle diverse tifoserie di serie A e B. Tanti messaggio di saluto e di conforto lasciate sulla pagina facebook del ragazzo, che lavorava come operaio in un fabbrica della zona. A salutare il tifoso bresciano anche il cantante bresciano Omar Pedrini che ha visitato la casa del ragazzo.
I funerali di Andrea sono fissati per questo mercoledì alle 16 nella parrocchiale di San Sebastiano e quindi verso il cimitero del paese. La bara verrà a portata a spalle dagli amici del ragazzo.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.