Quantcast

Serra di ‘marija’, arrestata studentessa bresciana

La giovane, incensurata, è finita in manette a Trento, dove è iscritta a Filosofia. Nella sua stanza aveva realizzato una coltivazione di canapa indiana.

(red.) Studentessa bresciana di filosofia con l’hobby del pollice verde, molto verde. Tanto da realizzare, nella foresteria della struttura che la ospita a Trento, una serra artigianale per coltivare marjiuana.
Due giovani sono stati arrestati, tra questi anche una ragazza di Brescia. Tre gli etti di stupefacente sequestrati dalla polizia.
Glistudenti universitari, incensurati, sono finiti in manette a seguito di un’indagine della squadra Mobile trentina che ha scoperto, che in una busta sospetta giunta ad un ufficio postale della città, vi erano alcunis emi di cannabis.
Gli investigatori sono risaliti all´appartamento e lo hanno perquisito: all’interno vi erano 24 piante di marjiuana e tre etti di hashish in capsule. Nei guai sono finiti .B., 24 anni di Cavalese, e una ragazza, F.T., 23 anni di Brescia. Un terzo studente, di Bolzano, è stato denunciato. Era lui il mittente della lettera, inviata da Praga. I due ragazzi arrestati sono ai domiciliari, in attesa del processo, fissato per il 12 maggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.