Fanno prostituire 18enne, arrestati sfruttatori

Non facevano la raccolta differenziata e sfoggiavano auto di lusso. La Polizia Locale di Montichiari ha fermato una coppia romena che sfruttava una connazionale.

(red.) Buttando un occhio ai rifiuti si è arrivati a scoprire una casa d’appuntamenti. Il passo (breve) è stato ottenuto grazie alle investigazioni messe in atto dalla Polizia Locale di Montichiari, nel bresciano, che notando la mancata differenziazione dei rifiuti e, anche, lo sfoggio di auto di grossa cilindrata, ha così scoperto un giro di prostituzione.
Una coppia romena è finita nei guai: si tratta di C.I., nata nel 1994, e M.G., classe ’87, entrambi finiti in manette con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. In una appartamento in via Sant’Eurosia 123, zona Chiarini, intestato all’uomo, gli agenti del comandante Cristian Leali hanno trovato una ragazza di 18 anni, romena, costretta a vendersi sia tra le pareti dell’abitazione sia, durante la notte, lungo la Ss 11, a Rezzato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.