Quantcast

Vobarno, appello al conducente dell’Audi

La polstrada di Salò sta cercando l'autista della station wagon girigio metalizzato che sarebbe all'origine dell'incidente costato la vita al 66enne Gianfranco Sorsoli.

(red.) La Polizia stradale di Salò sta cercando l’autista di un’Audi station wagon di colore grigio metallizzato, che sarebbe responsabile dello schianto costato la vita a Gianfranco Sorsoli.
L’incidente, avvenuto nella tarda serata di venerdì 22 marzo lungo la Sp 237 in territorio comunale di Vestone, nel bresciano, secondo gli inquirenti ha una dinamica ben precisa: il 66enne di Botticino, a bordo di una Multipla, avrebbe improvvisamente sterzato per evitare una vettura che procedeva ad alta velocità dalla carreggiata opposta, finendo così contro il muro del tunnel e rimanendo ucciso sul colpo.
Dalle immagini di 12 telecamere poste lungo il tratto di Sp 237 interessato (da Villanuova a Vestone) si vede chiaramente la station wagon che viaggia a velocità sostenuta in direzione di Vestone.
Si tratterebbe della stessa auto che, secondo un testimone del terribile incidente,  avrebbe intrapreso un sorpasso azzardato proprio mentre sopraggiungeva la Multipla di Sorsoli.
Il comandante di Salò, Antonio Bolberti, ha rivolto un appello al conducente dell’Audi affinchè si presenti spontaneamente in commissariato, così da non incorrere in conseguenze ancora più pesanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.