Costa Volpino, ricerche ancora senza esito

L'intera comunità si è mobilitata per cercare Giulio Amighetti, 25 anni, scomparso da venerdì 15 marzo. Le condizioni meteo, però, sono peggiorate.

(red.) Proseguono le ricerche per Giulio Amighetti il ragazzo di Qualino disperso da
venerdì pomeriggio.
Impegnati Carabinieri, Vigili del fuoco, gruppi cinofili di protezione civile, Comunità Montana, ANA e Corpo forestale dello Stato e le Delegazioni VI Orobica e V di Brescia del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico. È presente anche il sindaco, Mauro Bonomelli, che in questi casi svolge la funzione di responsabile delle attività di protezione civile sul suo territorio di conpetenza, e la vice Maria Grazia Capitanio. Partecipano anche cittadini della zona, per un totale di circa 250 persone, tra cui la squadra di rugby, gli scout, e il team gruppo sportivo di Bettoni Cicli.
Tutta la comunità locale ha partecipato e sostenuto i volontari, fornendo appoggio e disponibilità. L’area interessata è molto ampia, circa mille ettari, e il terreno presenta condizioni molto differenti, con la presenza di rupi, bosco, campi e prati ripidi, ghiaioni e anche torrenti e forre, che richiedono competenze tecniche specifiche e per i quali il Cnsas ha inviato le squadre forre. Le condizioni meteo rispetto a sabato 16 sono peggiorate, la temperatura si è abbassata e sta nevicando dalla mattina di domenica. Non sono emersi, per ora, elementi di novità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.