Quantcast

‘Porta a porta gas e energia, occhio a truffe’

A2A segnala diverse decine di casi nel bresciano di comportamenti scorretti da parte di venditore del "mercato libero". Un numero da chiamare in caso di dubbi.

Più informazioni su

(red.) Occhio alle truffe. Un monito sempre valido, ma ancora più attuale dal momento che a Brescia sono stati segnalati decine di casi di comportamenti “scorretti”, o al limite del raggiro, da parte di venditori del cosiddetto “mercato libero” che sono riusciti a convincere alcuni utenti a sottoscrivere un nuovo contratto per la fornitura di energia elettrica e gas.
L’allarme è stato lanciato da A2A che invita gli utenti, se insospettiti, a chiamare l’azienda o il numero verde antitruffe 800 912 760.
E’ successo a Concesio, dove decine di anziani sono stati” convinti” a passare ad altro gestore energetico.
Un fenomeno, quello delle vendite porta a porta da parte di dipendenti di agenzie che hanno in subappalto la vendita di contratti per la fornitura di energia elettrica, in crescendo a seguito dell’introduzione, anche in Italia, del mercato libero dell’energia elettrica e del gas.
Esiste un provvedimento del 2012 dell’Antitrust con il quale viene imposto alle aziende subappaltatrici di contratti energetici, di confermare il passaggio a nuovo gestore previa telefonata o lettera di conferma da parte del potenziale acquirente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.