Quantcast

Omicidio Gussago, la Toni muta davanti al Gip

La 35enne perugina, arrestata domenica per l'assassinio della compagna 34enne Marilena Ciofalo, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

(red.) Si è avvalsa della facoltà di non rispondere Angela Toni, la 35enne che domenica mattina ha ucciso con due colpi di pistola alla testa la sua compagna, Marilena Ciofalo, di un anno pià giovane, nell’appartamento che condividevano a Gussago, nel Bresciano.
Nella mattinata di martedì si è svolto nel carcare di Verziano l’interrogatorio di convalida dell’arresto per la donna. L’incontro con il Gip Cesare Bonamartini è durato pochi minuti. La 35enne operaia, originaria di Gualdo Tadino, in provincia di Perugia, ancora sotto choc e molto provata, secondo quanto riferito dal suo legale, ha preferito rimanere in silenzio. Alla donna vengono contestate la premeditazione del delitto e la minorata difesa, perchè ha ucciso la compagna mentre questa stava dormendo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.