Quantcast

Aggredisce la ex moglie e i carabinieri

Sei persone sono finite in ospedale, comprese le due bambine, di 2 e 5 anni, che hanno assistito alla violenza del padre sulla loro mamma. E' avvenuto a Pisogne.

(red.) Non si era arreso alla fine del suo matrimonio.
Dopo la separazione, continuava a perseguitare la moglie, una donna di 39 anni, che più volte si era rivolta alle forze dell’ordine, tanto che i giudici avevano ammonito l’uomo, 40 anni, di non avvicinarsi alla casa della ex. Ma neanche il divieto dell’autorità giudiziaria ha fermato la sua rabbia. Nella mattina di domenica 10 marzo è entrato in casa della donna, aggredendola. Ad assistere alla violenza, le figlie della coppia, di 2 e 5 anni.
Una storia di violenza che arriva da Pisogne, nella provincia di Brescia. L’uomo ha poi aggredito anche i carabinieri che sono subito intervenuti e lo hanno portato in caserma. Sei persone sono finite in ospedale: la moglie, le bambine sotto choc e tre carabinieri.
Il 40enne viene processato per direttissima lunedì mattina: deve rsipondere di atti persecutori, lesioni e aggressione a pubblico ufficiale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.