Quantcast

Carne di cavallo nelle lasagne surgelate

Il test dell'Istituto zooprofilattico su un campione prelevato a Brescia ha dato esito positivo. Sequestrate 6 tonnellate di macinato dichiarato bovino.

(red.) Carne di cavallo, non dichiarata in etichetta, nelle lasagne surgelate.
Lo ha rilevato l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna che ha analizzato un campione in un supermercato di Brescia, prelevato dal Nas di Brescia, nell’ambito del monitoraggio disposto dal Ministero della Salute.
Secondo quanto riferito dal Ministero, Dna equino è stato trovato nelle Lasagne alla bolognese da 600 grammi, con scadenza 23 maggio 2014, prodotte e confezionate dalla ditta Primia di San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna. La carne macinata usata dalla Primia veniva da Brescia: il fornitore, l’azienda di import/export Dia di Calcinato, l’aveva ricavata da carne fornita da altre due ditte bresciane. Proprio queste ultime due aziende sono oggetto di accertamenti.
Intanto, a seguito di questa scoperta, sono state ritirate le lasagne in questione, sono state sequestrate, in via cautelativa, 6 tonnellate di macinato e carne dichiarati di origine bovina; inoltre, 2.4000 confezioni di Lasagne alla bolognese appartenenti ad altri lotti saranno esaminati.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.