Quantcast

Brescia, controlli Dia nei cantieri Tav e nelle cave

Le operazioni sono state effettuate nei giorni scorsi dal dipartimento antimafia di Milano. Sotto la lente 400 tecnici ed operai ed oltre 80 ditte impegnate nei lavori.

(red.) Controlli antimafia nei cantieri Tav della tratta Treviglio-Brescia e nelle cave del Bresciano. Le operazioni sono state effettuate nei giorni scorsi dal dipartimento antimafia di Milano sia nella nostra provincia, sia in altre zone della Lombardia.
Ad operare la Polizia di Stato, la Gdf, i Carabinieri e la direzione provinciale del lavoro. Tutti gli interventi sono stati effettuati su disposizioni dei prefetti nel contesto delle attività di prevenzione svolte. I controlli hanno riguardato, in particolare, il cantiere dell’alta velocità ferroviaria, nella tratta Treviglio/Brescia; la metro 5 di Milano; la tangenziale sud a Quistello (Mn); la tangenziale Arcisate-Bisuschio (Va); la pista ciclabile in Pieve di Fissiraga (Lo) e alcune cave nel Bresciano.
Più di 400 i tecnici e gli operai sottoposti a controllo, oltre 80 le imprese coinvolte a vario titolo nei lavori. Verifiche anche sul regolamento dei rapporti finanziari delle imprese. I risultati verranno resi noti nei prossimi giorni.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.