Quantcast

Gussago, di nuovo in manette stalker recidivo

L'operaio 35enne era stato arrestato il 2 gennaio dopo avere schiaffeggiato l'ex moglie. Nonostante il provvedimento restrittivo, ha contattato la donna.

(red.) Dopo essere stato arrestato in seguito ad una serie di minacce sfociate in botte ai danni della ex moglie, un operaio di 35 anni è tornato in carcere.
Il primo arresto, avvenuto lo scorso 2 gennaio, era scattato quando l’operaio, seguito da agenti in borghese, aveva schiaffeggiato l’ex moglie durante una discussione.
A riaprirgli i cancelli di Canton Mombello è stata la nuova denuncia presentata dalla ex moglie, una casalinga di 36 anni residente a Gussago, nel bresciano. La donna, dopo aver ricevuto una telefonata dall’ex marito, ha deciso di rivolgersi nuovamente ai carabinieri.
Così facendo, l’uomo ha contravvenuto al divieto assoluto di contattare la ex,  impostogli dal giudice contestualmente alla concessione degli arresti domiciliari. Il nuovo contatto è avvenuto in occasione del compleanno della donna che il 35enne ha pensato di “festeggiare” inviandole dei fiori. Le ha poi telefonato cercando di accordarsi per vedere i figli, tre bambini dell’età di nove, sei e tre anni.
L’episodio è solamente l’ultimo di una lunga serie, segno dell’incapacità dell’uomo di arrendersi alla fine della relazione, sancita dalla separazione avvenuta nel 2008. Una situazione che per la donna è ben presto diventata insostenibile, portandola a presentare, dall’agosto del 2012 a gennaio, ben sette denunce ai carabinieri di Gussago.
Un episodio che alimenta un fenomeno, quello delle azioni persecutorie che ha visto registrare una recrudescenza di epsiodi proprio nella nostra provincia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.