Via Lamarmora, rapina a mano armata al Penny

Un uomo, probabilmente bresciano, ha costretto una dipendente a farsi aprire la cassaforte, poco dopo l'orario di chiusura. E' fuggito con 5mila euro.

(red.) Rapina a mano armata al  supermercato “Penny Market” di Via Lamarmora, a Brescia.
E’ successo nella sera di sabato 19 gennaio. Poco dopo l’orario di chiusura, alle 20,30 una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura è intervenuta al 163 di via Larmarmora su richiesta di una delle dipendenti del supermercato. La donna, visibilmente scossa, ha raccontato agli agenti intervenuti che attorno alle 20, dopo essere uscita dal supermercato, in compagnia di una collega, è stata avvicinata da un uomo travisato, presumibilmente bresciano, che, sotto minaccia di una pistola, le ha intimato di rientrare all’interno dell’esercizio commerciale, costringendola ad aprire la cassaforte nell’ufficio del direttore.
Prelevato il denaro (5mila euro, l’incasso della giornata), il rapinatore si è rapidamente dileguato a piedi. Le due dipendenti coinvolte nella rapina non hanno riportato alcuna conseguenza fisica. Sono in corso indagini da parte della locale Squadra Mobile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.