Quantcast

Bedizzole, pestato da un ubriaco: è grave

La vittima è un pakistano, venditore ambulante di rose, aggredito in un ristorante da un rumeno di 24 anni. Ha riportato un trauma cranico ed è in coma farmacologico.

Più informazioni su

(red.) Era entrato in un locale, per vendere le sue rose.
Ma è stato preso a calci e pugni da un rumeno di 24 anni, in preda ai fumi dell’alcol. La vittima del pestaggio è un pakistano, 50 anni, H.O.J.  le sue iniziali, venditore ambulante di rose residente a Rezzato. L’aggressione è avvenuta la sera di sabato 12 gennaio, nel ristorante “Due Cigni” di Bedizzole, nel bresciano. La colpa del 50enne? Avere cercato con insistenza di vendere un fiore al rumeno.
Il pakistano ha riportato un trauma cranico e la frattura della teca cranica; ricoverato a Brescia, alla Poliambulanza, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per la riduzione dell’ematoma. L’uomo è in coma farmacologico e la prognosi resta riservata. L’aggressore, residente a Sant’Angelo Lodigiano, è, invece, finito in manette.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.