Quantcast

Ancora apprensione per i bresciani scomparsi

Senza esito le ricerche dell'aero caduto in Venezuela. Si sta perlustrando una zona più a ovest di Lor Roques. Al lavoro da 35 ore ci sono 85 persone.

(red.) Ancora senza esito positivo le ricerche dei due bresciani a bordo dell’aereo scomparso in Venezuela.
Al lavoro da ormai 35 ore ci sono 85 uomini tra marina ed aviazione. Ora i ricercatori stanno perlustrando un’area più a ovest di Los Roques. All’Ansa, i tecnici venezuelani hanno spiegato che “le correnti marine si spostano da est a ovest se ci fosse qualche oggetto a galla, è probabile che emerga in quella direzione”. Le ricerche si concentrano comunque sia all’esterno dell’arcipelago che all’interno, tra le 42 isole che lo compongono. A rendere però più complicato il ritrovamento del veicolo su cui viaggiavano anche i bresciani (residenti a Pralboino) Guido Foresti, Elda Scalvenzi, oltre che Vittorio Missoni, le condizioni del mare, che sono peggiorate nelle ultime ore.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.