Quantcast

Diciotto anni di carcere a Vito D’Angelo

Lo ha stabilito il tribunale di Brescia, ma l'accusa aveva chiesto 30 anni. L'uomo aveva ucciso il fratello della ex a Calvisano nella notte di Natale del 2011.

(red.) Aveva freddato il fratello della sua ex nella notte di Natale 2011.
Ora dovrà scontare 18 anni in cella, Vito D’Angelo, autore dell’omicidio di Luca Zanella, nell’azienda agricola Pandolfi a Calvisano, nel bresciano. D’Angelo è stato condannato per omicidio volontario aggravato da premeditazione. L’accusa aveva chiesto una condanna a 30 anni di reclusione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.