Quantcast

Rovato, famiglia intossicata da monossido

Paura, ma fortunatamente nessuna conseguenza grave per padre, madre incinta e bimbo di 7 mesi che hanno accusato malori legati al cattivo funzionamento di una stufa.

(red.) Tragedia sfiorata a San Giuseppe di Rovato (Brescia) dove una famiglia di origine marocchina è rimasta intossicata dal monossido di carbonio sprigionato da una stufa difettosa.
In ospedale sono finiti il padre, la mamma, incinta, un bimbo di sette mesi. A dare l’allarma la stessa famiglia di immigrati che, venerdì sera, attorno alle 19,30, lamentando capogiri e difficoltà respiratorie ha chiamato le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione che hanno appurato come l’aria, nell’abitazione di via San Giuseppe al civico 42, fosse satura, ipotizzando fin da subito che si trattasse di monossido generato dalla cattiva combustione della legna messa sul fuoco per scaldare l’ambiente.
Sul posto è giunta l’ambulanza di Rovato Soccorso, insieme con i  vigili del fuoco di Chiari e la Polizia locale.
Nessuno dei componenti del nucleo familiare ha fortunatamente riportato conseguenze.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.