Quantcast

Green Hill, ricorso dei pm contro il Riesame?

Secondo Geapress, il pm che si occupa del caso si starebbe apprestando a ricorrere in Cassazione contro la sentenza del 23 ottobre sul sequestro struttura.

Più informazioni su

(red.) Si profila un probabile ricorso in cassazione dei pm contro la sentenza del tribunale del Riesame di Brescia sul ricorso intentato dai legali di Green Hill avverso il sequestro preventivo. Decisione, quella del Tribunale del Riesame, che era stata presa lo scorso 23 ottobre: niente sequestro preventivo, sia per i cani che per la struttura.
Lo riferisce l’agenzia di stampa Geapress che sottolinea che “sulla decisione del Tribunale del Riesame potrebbe avere influito la presenza di pareri antecedenti al sequestro e rilasciati specie dall’Asl e dall’Istituto Zooprofilattico di Brescia”.
“Ipotesi”, viene sottolineato, “quelle dell’accusa, che sembrerebbero così apparire più contestualizzate. Niente conferma, dunque, del sequestro preventivo che però serve ad evitare il prolungarsi del reato. In questo caso impossibile visto che la struttura è vuota”.
“Comunque sia”, riferisce l’agenzia, “niente misura cautelare, ovvero sequestro. Solo su questo ha infatti effetto la Sentenza del Tribunale del Riesame. Non influisce infatti sulle indagini e non equivale a nessuna condanna come assoluzione. Indagini in pieno svolgimento, dunque. Anzi, parrebbe che in questi giorni gli organi di Polizia Giudiziaria (Polizia di Stato e Corpo Forestale dello Stato) starebbero per consegnare all’Autorità Giudiziaria le loro relazioni”.
Per quanto concerne invece il ritrovamento delle carcasse di cani trovate nel congelatore dell’azienda, la situazione apparirebbe più complessa.
Come riferisce Geapress, “i cani ritrovati nei congelatori non sarebbero quelli soppressi che però, nel corso delle indagini, sono stati in qualche maniera evidenziati. Cause, comunque, tutte da accertare”. Secondo informazioni pervenute a GeaPress, il pm che si occupa del caso, si starebbe apprestando a ricorrere in Cassazione contro la sentenza del Riesame del 23 ottobre scorso. Ipotesi di sequestro preventivo che potrebbe pertanto non essere ancora del tutto escluso, così come non può escludersi neanche la permanenza del sequestro probatorio che tuttora regge sugli animali”. “Sebbene i difensori di Green Hill non abbiano confermato nulla”, viene riportato dall’agenzia di stampa, “è diffusamente circolata la notizia che l’azienda di Montichiari sarebbe a sua volta ricorsa in Cassazione contro questo provvedimento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.