Darfo, smottamenti ad Erbanno ed Angone

A causa della pioggia e del maltempo, dalla montagna si sono staccati fango, pietro e due grossi massi. Nessun danno a cose nè a persone. Chiuso un sentiero.

(red.) La pioggia ed il maltempo di questi ultimi giorni sono forse all’origine dello smottamento avvenuto sopra la frazione di Erbanno, nel Bresciano.
Pietre, piante e fango e due massi di grandi dimensioni sono caduti in un vigneto di Angone, in Valcamonica, nella notte tra domenica e lunedì. Nessun danno alle persone perché le pietre sono finite accanto ad una casa disabitata.
L’amministrazione comunale ha disposto la chiusura del sentiero che collega località “Budrio” di Erbanno col monte di San Valentino.
Nei prossimi giorni verranno effettuati sopralluoghi tecnici per verificare la situazione.
Fortunatamente la frana è stata di dimensioni contenute e non ha causato danni a cose e presone, ma solo il disagio legato alla chiusura (forse temporanea) del sentiero.
Lo smottamento è avvenuto ad una quota di circa 600 metri.
Le pietre cadute ad Angone di Darfo, invece, si sono staccate dal pendio della montagna su un terreno sottostante finendo appena sopra via Campello, a pochi metri dal centro abitato della frazione.
Dopo le verifiche tecniche, i due massi sono stati asportati nel pomeriggio di mercoledì.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.